Lettera del 13 marzo del Vescovo Maurizio

Lodi, 13 marzo 2020

Carissimi Sacerdoti e fedeli,

Si intensifichi la comune preghiera in questi 14 giorni (di “quarantena”) che ci conducono alla solennità dell’Annunciazione dei Signore, con l’affidamento quotidiano della Diocesi e della terra lodigiana alla Madre di Dio e nostra, che pronuncio a conclusione del Rosario alle ore 19.00 nella cripta della Cattedrale.

Continui anche il “pellegrinaggio nella sofferenza” con la condivisione delle tappe eucaristiche presso alcuni luoghi “luoghi di fede e di devozione della nostra terra”. Domenica 15 marzo, al Santuario mariano di Fontana; giovedì 19 marzo al Carmelo per invocare il patrocinio di San Giuseppe per i papà, le mamme, i familiari, la Chiesa e particolarmente malati, anziani e quanti si avvicinano al compimento della vita.

Confermiamo però la sollecitudine verso le nostre Comunità anche attraverso il Fondo Diocesano di Solidarietà per le Famiglie. Sono in difficoltà per la precarietà lavorativa, e altre pesanti fragilità, aggravate dall’epidemia. Non abbandoniamo quelle in affanno per l’istruzione dei figli in ogni ordine e grado scolastico. È una attenzione rivolta a tutto il territorio diocesano, con riguardo alle 18 Parrocchie della prima zona rossa, che tuttora vivono in disagio notevole. Troverete allegato un breve scritto relativo ai criteri e ai tempi di presentazione delle domande tramite i Parroci.

Nel frattempo, ci é dato un segnale certamente incoraggiante: le donazioni hanno raggiunto 200.000 euro. Rimane “una goccia di carità nel mare dell’emergenza”. Continui, perciò, l’appello ai singoli, ai gruppi, ad ogni organismo ecclesiale e civile, affinché rimaniamo al fianco delle famiglie tanto provate.
Conto, come sempre, sulla collaborazione dei sacerdoti, ma serve la corale sollecitudine ecclesiale, per procedere in massima celerità nella necessaria assistenza spirituale ed ecclesiale.
Col più fraterno saluto nel Signore.

+ Maurizio
Vescovo

>> DOCUMENTO IN FORMATO PDF