Emergenza Libano

Il mondo Caritas esprime cordoglio e solidarietà alla popolazione del Libano colpita dalla tremenda esplosione avvenuta nel pomeriggio di martedì 4 agosto nella zona portuale di Beirut facendo una strage.

Caritas Libano si è attivata da subito con la propria rete per farsi prossima alle migliaia di persone colpite e ai numerosi sfollati che nel corso dei prossimi giorni non potranno rientrare nelle loro case che sono state distrutte.

Caritas Italiana ha espresso vicinanza e solidarietà a Caritas Libano con cui collabora attivamente da molti anni attraverso un programma di aiuti umanitari e di educazione alla pace e alla convivenza civile di giovani siriani e libanesi, ed è pronta a sostenerla per assistere nei bisogni più urgenti la popolazione colpita da questa nuova catastrofe.

Come aiutare

È possibile sostenere gli interventi di Caritas Italiana (Via Aurelia 796 – 00165 Roma), utilizzando il conto corrente postale n. 347013, o donazione on-line tramite il sito www.caritas.it, o bonifico bancario (causale “Emergenza Libano”) tramite:
• Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma –Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111

Direttamente presso la sede della Caritas Lodigiana, via Cavour 31 a Lodi (orari: da Martedì al Sabato dalle ore 9.00 alle 12.30 – riapre il 25/08).

Offerte deducibili tramite Bonifico o A/B Il bonifico intestalo a Associazione Emmaus Onlus (strumento operativo della Caritas Lodigiana) C/C Banca Etica IBAN IT41Y0501801600000012501656  (causale “Emergenza Libano”). Dopo il versamento inviare una mail per la richiesta della ricevuta per le detrazioni a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it.

Oppure direttamente online cliccando sul pulsante Paypal. Inviaci una mail a amministrazione.caritas@diocesi.lodi.it per specificare la destinazione della donazione “Emergenza Libano” e per richiedere la ricevuta per la detrazione fiscale.

 

>> Ulteriori informazioni sul sito della Caritas Lodigiana

>> Lettera del Vescovo di Lodi Mons. Malvestiti (già officiale presso la Congregazione per le Chiese orientali a Roma nel 1994) alla comunità lodigiana su il Cittadino [pag. 1 – pag. 2];