Int-essere una Rete Mondiale di Preghiera con e per il Papa

Con l’inizio del nuovo Anno pastorale 2017-2018 si rinnova l’invito dell’Apostolato della Preghiera ad intessere una Rete Mondiale di Preghiera con il Papa e per il Papa.

L’Apostolato della Preghiera, servizio ecclesiale approvato dai Sommi Pontefici e ben radicato in Italia sin dalla seconda metà dell’800, attualmente si presenta rinnovato come “Rete Mondiale di Preghiera del Papa”. Farne parte significa “essere membra vive della Chiesa apostolica, tralci vivi della vite, sempre verdi, rigogliosi e ricchi di buoni frutti”.

La sezione diocesana, composta da 55 gruppi e guidata da Don Peppino Codecasa insieme al suo Consiglio, fa proprio l’appello della direzione nazionale e chiede indistintamente a tutti i fedeli lodigiani un rinforzo nella comune missione di sensibilizzazione:

La missione che il Papa ci conferisce richiede un’opera di sensibilizzazione in tutta la Chiesa sulla necessità di unirsi a lui nella preghiera, il cui oggetto principe è indicato nelle intenzioni mensili da lui stesso indicate”

Bastano semplici impegni che anche il Vescovo Maurizio ha incoraggiato a compiere, durante il 4° convegno diocesano AdP del giugno scorso:

  • la consegna mensile dei foglietti “Cuore divino di Gesù…” agli iscritti, con le intenzioni da recitare tutti i giorni (in alcune Parrocchie la preghiera di offerta viene recitata all’inizio o alla fine della S. Messa; oppure: alla preghiera dei fedeli, nel primo venerdì del mese e/o durante l’adorazione eucaristica);
  • la partecipazione all’adorazione eucaristica parrocchiale;
  • l’individuazione di nuovi animatori e animatrici (es. giovani, famiglie, sacerdoti impegnati negli Oratori), disponibili a coinvolgere nella Rete chi è più sensibile alla vita di preghiera.

L’abbonamento annuale ai 12 foglietti mensili  in c.c.p. è di € 6,00 per due semestri (e chi lo sottoscrive entro novembre 2017 ottiene uno sconto del 10%) .
In settembre gli abbonati del “Messaggio del Cuore di Gesù”, nella nuova edizione, riceveranno anche il nuovo strumento apostolico intitolato “Lodare e servire”.