Itinerari di fede per giovani e adulti in preparazione alla Cresima nell’anno 2021-22

Indicazioni:

1. Gli itinerari diocesani in preparazione alla Cresima degli adulti intendono essere un aiuto a quelle comunità cristiane che hanno difficoltà nel preparare tali adulti in parrocchia. Rimane sempre la possibilità che questi itinerari vengano offerti in loco direttamente dalle parrocchie, onde facilitare l’inserimento dei cresimandi adulti nelle proprie comunità.

2. La proposta è rivolta ai giovani (con più di 14 anni) e agli adulti che, per scelta personale o in vista del Matrimonio, intendono accostarsi al Sacramento della Confermazione e così continuare (o riprendere) un cammino di maturazione cristiana.

3. Ogni itinerario, che consta di 7/8 incontri con frequenza obbligatoria, prevede momenti di catechesi, celebrazioni liturgiche ed esperienze di testimonianza. Il primo corso inizierà sabato 25 settembre alle ore 17.00 presso l’Istituto delle Figlie dell’Oratorio in via P. Gorini. La celebrazione della Cresima è fissata per sabato 20 novembre alle ore 16.00 in Cattedrale.

4. Le iscrizioni all’uno o all’altro dei due itinerari previsti nel calendario diocesano vanno effettuate direttamente dai parroci attraverso una lettera di presentazione del candidato e il certificato di Battesimo del candidato da consegnare al Direttore dell’Ufficio liturgico.

5. I cresimandi provenienti dai percorsi di formazione parrocchiali devono essere iscritti alla celebrazione dai loro parroci presso l’Ufficio liturgico almeno tre settimane prima della data prevista.

5a. È necessario che i cresimandi (con i rispettivi padrini/madrine) partecipino all’incontro che precede la celebrazione della cresima la cui data sarà segnalata dal responsabile dell’itinerario.

5b. In questa occasione i cresimandi dovranno portare il Certificato di Battesimo

6. Si richiede al parroco:
a – di accertare l’idoneità del padrino/madrina proveniente da una parrocchia diversa da quella del cresimando, tramite un’autodichiarazione del padrino medesimo;
b – di verificare se il cresimando si trovi in una situazione coniugale cd. irregolare. Si ricorda che non è lecito ammettere alla Cresima ed all’Eucaristia un adulto finché questo rimane in una situazione coniugale cd. Irregolare. È necessario, in questo caso, offrire innanzitutto un cammino di fede in preparazione alla Confermazione, procedere poi alla celebrazione del Matrimonio e, infine, alla celebrazione della Cresima.