XXVI Giornata Mondiale del Malato 2018

Il prossimo 11 febbraio la Chiesa celebra la XXVI° GIORNATA MONDIALE DEL MALATO, l’appuntamento che ogni anno ci permette di riflettere e progettare circa la condizione di salute e malattia, quale mistero che avvolge la vita.

MATER ECCLESIAE: “Ecco tuo figlio..ecco tua madre” e da quell’ora il discepolo l’accolse con se (Gv 19,27)
La prospettiva nella quale si colloca il tema scelto per la odierna Giornata Mondiale del malato è al vertice del dramma cristiano. La scena è quella, oscura e tragica, della crocefissione di Gesù. Una scena che non appare solo sfumata dal tempo se solo prestiamo pietosa attenzione alle migliaia di calvari anonimi a cui ci stanno abituando questi tempi di violenza diffusa e generalizzata. Ad illuminare questa condizione di morte e oscurità la luce del Cristo. Mentre il suo corpo straziato non può più compiere un gesto, l’amore può esprimersi nello sguardo e nella parola. E’ la visione della madre che scalda anche se per pochi istanti il cuore di Gesù e lo spinge a parlare ma il contenuto di queste parole, collocate al centro di questa giornata con e per i sofferenti, ci lascia ammutoliti. Gesù non chiede pietà o conforto o sollievo ma comunione come stile di amore.

Quello che l’evangelista Giovanni ci consegna non è dunque un fatto provato, una vicenda sulla quale calare un sipario di dolore e silenzio ma la Chiesa nascente capace di GUARDARE, di PARLARE e di ACCOGLIERE. LA Mater Ecclesiae è proprio la cifra riassuntiva di questa comunione che guarda e parla e accoglie attraverso ogni parrocchia, istituto, Casa di cura, Ospedale, Associazione. Lo stesso Papa Francesco nel messaggio di questa giornata ricorda i tanti cristiani che nel nome di questa comunione di amore vivono il servizio di cura alla sofferenza di tanta gente.

Anche la nostra Diocesi con il Vescovo Maurizio celebra come ogni anno questo importante appuntamento che ci ritroverà tutti insieme nella :
SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA della 26° Giornata Mondiale del Malato presieduta dal nostro Vescovo Maurizio e concelebrata da tutti i Sacerdoti e religiosi Cappellani e Assistenti di ospedali ed istituti di cura
SABATO 10 FEBBRAIO 2018 ore 15.00 in CATTEDRALE

A questo appuntamento sono invitati gli ammalati che potranno essere presenti ed in modo particolare gli operatori che nei vari ruoli e contesti di volontariato, cura e professione vivono attenzione verso chi soffre.