XXVIII Giornata Mondiale del Malato 2020

Il prossimo 11 febbraio la Chiesa celebra la XXVIII GIORNATA MONDIALE DEL MALATO, l’appuntamento che ogni anno ci permette di riflettere e progettare circa la condizione di salute e malattia, quale mistero che avvolge la vita.

“VENITE A ME, VOI TUTTI CHE SIETE STANCHI E OPPRESSI, E IO VI DARO’ RISTORO” (Mt 11,28)
Accogliamo l’invito che ci viene dal vangelo di Matteo, icona di questa XXVIII Giornata mondiale del malato. Perché dovremmo prestare fede a questa proposta di Gesù? Anzitutto perché la sua è una parola che illumina la mente e apre il cuore. Ci permette l’accettazione della sofferenza con lo stesso spirito con cui egli accettò la sua croce e la morte, ci consente di viverla come tempo di semina condotta nelle lacrime, ma piena di gioia nella raccolta. Inoltre invita a metterci alla sua sequela, con mitezza ed umiltà, per renderci capaci di accogliere con sentimenti di pazienza, dolcezza e perdono anche le situazioni che ci appaiono ingiuste ed ingrate, senza scegliere il rancore o peggio l’ostilità. Andiamo allora a Lui con fiducia: il Signore è l’unico ed il solo che offre speranza, che realizza la nostra salvezza. Cristo è l’obiettivo della vita di ogni cristiano, di ogni persona che a vario titolo è accanto alle altrui sofferenze. Nel servizio agli ammalati e fragili, imitare Cristo significa concretamente conoscerlo, far diventare il vangelo metro di giudizio per ciò che scegliamo, facciamo e diciamo. Chi esperimenta nella propria vita l’amore fedele di Dio e la sua consolazione è in grado ed in dovere di stare vicino ai fratelli più deboli e di farsi carico delle loro fragilità. Paradossalmente il dolore e la sofferenza aprono l’uomo che soffre e chi gli sta accanto ad una comunione di persone che si nutre di parola, gesto, servizio. La Vergine immacolata apparsa a Lourdes, che in questa data celebriamo, possa donarci la consolazione spirituale del figlio suo e quella grazia rigeneratrice che Dio concede ai cuori che la chiedono con fede sincera.

Anche la nostra Diocesi con il Vescovo Maurizio celebra come ogni anno questo importante appuntamento che ci ritroverà tutti insieme nella :
SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA della 28^ Giornata Mondiale del Malato presieduta dal nostro Vescovo Maurizio e concelebrata da tutti i Sacerdoti e religiosi Cappellani e Assistenti di ospedali ed istituti di cura
SABATO 8 FEBBRAIO 2020 ore 15.00 in CATTEDRALE

A questo appuntamento sono invitati gli ammalati che potranno essere presenti ed in modo particolare gli operatori che nei vari ruoli e contesti di volontariato, cura e professione vivono attenzione verso chi soffre.

MATERIALI PER L’ANIMAZIONE PASTORALE: