Avvio dell’Anno Pastorale post-sinodale

Concluso il XIV Sinodo, la diocesi di Lodi si appresta a vivere un momento decisivo per la sua storia plurisecolare.
Dopo l’ascolto delle varie anime della comunità, la riflessione ispirata dei padri sinodali, l’elaborazione di quanto emerso e la stesura del Libro sinodale, ora è il momento di aprire le porte sul futuro, e di farlo a partire da questo Anno pastorale che si aprirà proprio il 16 settembre.

Un evento solenne
Venerdì prossimo, 16 settembre, il vescovo Maurizio presiederà alle 21 in cattedrale questo evento solenne, che vedrà come sempre l’assunzione degli impegni dei sacerdoti che hanno assunto nuove nomine, e la consegna del mandato ai catechisti.
Due momenti che hanno sempre un profondo valore simbolico.
In questi due anni di pandemia, si è reso evidente il ruolo fondamentale dei sacerdoti all’interno delle comunità, dove sono stati punto di riferimento di fronte allo spaesamento di un mondo trascinato dal vento della tempesta. E l’assunzione del mandato dei catechisti non è da meno: i lodigiani che sono stati in udienza da Papa Francesco, due settimane fa, ricordano senza dubbio il suo passaggio sulla fede che si insegna «in dialetto»: l’educazione alla fede, infatti, è fertile solo se si inserisce in una prossimità fondata sulla relazione, che deve essere il tratto distintivo dei catechisti e degli educatori.

Il Libro sinodale
Ma oltre a questi due appuntamenti consueti, la serata del 16 settembre vedrà anche un momento tanto significativo con la consegna del Libro sinodale nelle mani dei rappresentanti delle 123 parrocchie della diocesi.
I parroci dovranno indicare entro martedì 13 settembre a monsignor Franco Badaracco (f.badaracco@diocesi.lodi.it) il nominativo del Rappresentante della parrocchia che riceverà il testo. Un libro che è nato dal lavoro lungo della commissione sinodale, e che sta già tracciando l’evoluzione della diocesi che, ad esempio, vedrà una razionalizzazione dei vicariati.
La strada tracciata dal Sinodo è quella di una Chiesa che vuole uscire per strada e, animata da vocazione missionaria, portare il Vangelo a tutte le persone, tra le cose e sulla terra.

L’invito del vescovo
«Vi invito dunque tutti ad essere presenti venerdì prossimo – scrive il vescovo ai membri del Sinodo, che questa strada hanno tracciato -. Rinnoveremo la lode e la riconoscenza al Signore per l’esperienza tanto intensa della preparazione e celebrazione del XIV Sinodo, e ci disporremo a vivere l’anno della ricezione e attuazione, in comunione con la Chiesa universale e quella italiana che dal 22 al 25 settembre vivrà il Congresso eucaristico nazionale, con le delegazioni di tutte le diocesi, per essere una “Chiesa eucaristica e sinodale”». Il Libro sinodale sarà poi in vendita per tutti presso le librerie Paoline, dove è già possibile prenotarne anche più copie per la diffusione nelle parrocchie, nelle comunità religiose, nelle associazioni e particolarmente ai Consigli pastorali parrocchiali.

Rp e Rpg
Proprio questi ultimi, a conclusione del primo triennio, saranno chiamati ad indicare i “nuovi” o confermare gli “attuali” Rappresentanti parrocchiali giovani e adulti (Rp / Rpg), ma anche a confrontarsi con la proposta sinodale delle comunità pastorali.

Articolo di Federico Gaudenzi da il Cittadino del 10/09/2022 (Cliccare qui per la versione PDF)

Indicazioni pratiche

I Rev. Parroci sono pregati cortesemente di indicare entro martedì 13 settembre a mons. Franco Badaracco (f.badaracco@diocesi.lodi.it) il nominativo del rappresentante della Parrocchia che riceverà il Libro Sinodale dalle mani del Vescovo.