Progetti

  • MICROREALIZZAZIONI 2015-2016

AREA AMERICA LATINA

BRASILE – AIUTO AGLI INDIGENI
P. Enrico Uggé, lodigiano del PIME in Amazzonia, lavora nella parrocchia di Parintins. La sua iniziativa missionaria lo ha portato a dedicarsi molto agli indigeni Satéré-Maué, che vivono isolati in villaggi, collegati alla terra solo per via fluviale. Per aiutare questi indios ad uscire dalla povertà e dall’isolamento culturale, nel 1967 P. Enrico ha fondato Radio Alvorada (che significa aurora), unico mezzo che gli permette di tenersi in contatto con il resto del mondo e di trasmettere informazioni e programmi di formazione (educazione civica, sanitaria, culturale e religiosa).
Per continuare a svolgere questo prezioso lavoro P. Enrico chiede un aiuto concreto, utile a sostenere le spese sia a favore della sua emittente sia di un corso di formazione, della durata di una settimana, rivolto ai catechisti e organizzato due volte all’anno.

BRASILE – AIUTO ALLE COMUNITA’ SUL RIO DELLE AMAZZONI
Don Giulio Luppi lavora nella parrocchia di Gurupa sul Rio delle Amazzoni, sulle cui sponde abitano molteplici comunità indigene dedite alla pesca, alla vendita di legname e ad una esigua agricoltura. Recentemente le condizioni di vita si sono fatte molto più difficili, a causa dell’arrivo di multinazionali che sfruttano la mano d’opera degli indigeni e le risorse del suolo, in modo selvaggio. Un aiuto economico di qualsiasi entità a queste comunità può sollevarle dalla precarietà e può dar loro coraggio.

URUGUAY – PROGETTO DEL MERENDERO
Don Giancarlo Malcontenti e don Marco Bottoni impegnati nella missione diocesana in Uruguay, nella diocesi di Mercedes, informano che ogni aiuto per le loro necessità pastorali è gradito. In particolare, don Giancarlo segnala il Progetto del “merendero”. Si tratta di costruire accanto alla cappella del quartiere El Ritiro, nella parrocchia di Nueva Helvecia, un luogo adatto a distribuire ogni giorno la merenda ai bambini del quartiere che frequentano le scuole elementari. Sono bambini i cui genitori vivono in condizioni molto umili, costretti a lavorare fino a tardi. Per questo motivo il Progetto del merendero aiuterebbe a non lasciarli soli e abbandonati in strada.

AREA ASIA

INDONESIA – LAVORO GIOVANILE
P. Daniele Cambielli è missionario lodigiano saveriano in Indonesia e lavora, soprattutto, a contatto con i giovani delle innumerevoli isole dell’arcipelago. Molti di loro vivono nella miseria più nera, acuita dalle innumerevoli catastrofi naturali e, pur avendone le capacità, non riescono a trovare lavoro. Un aiuto finanziario (es. 500,00 €) potrebbe permettere a P. Daniele di aiutarne alcuni ad avviare un mestiere. 

MONGOLIA  SOSTEGNO AD UNA SCUOLA
Suor Adriana Bricchi, missionaria salesiana di Zelo Buon Persico, segnala l’urgenza di sostenere la Scuola che, con le sue consorelle, ha attivato a Ulan Bator, capitale della Mongolia. La costruzione dell’edificio è terminata e la Scuola rappresenta l’unica possibilità di istruzione per numerosi bambini poveri di quella città. Ora si tratta di garantire in essa il normale funzionamento delle attività didattiche e, tra le molte difficoltà, serve loro un aiuto per affrontare il grande freddo del paese, che mette a dura prova ogni sistema di riscaldamento. Ogni contributo è, dunque, ben gradito.

CAMBOGIA  PROGETTO DI FORMAZIONE PER UNIVERSITARI
Valeria Spelta è nata e cresciuta a Lodi, nella parrocchia di San Bernardo, ma durante gli studi superiori si è trasferita alla Muzza di Cornegliano Laudense. Appartiene alla Comunità Missionarie Laiche e chiede un sostegno economico per il progetto educativo e di promozione alla salute di cui si occupa all’interno dell’Istituto St Paul. Il progetto ha lo scopo di favorire la crescita e la promozione sociale dei giovani provenienti dalle zone rurali, che non hanno la possibilità economica di trasferirsi in Capitale per proseguire gli studi universitari. Valeria trascorre 5 giorni a settimana nello studentato, condividendo con i giovani studenti l’esperienza della vita comune, impegnata ad offrire loro una testimonianza di fede e di preghiera.

AREA AFRICA

NIGER SOSTEGNO ALLE OPERE DELLA MISSIONE
L’équipe pastorale della missione diocesana chiede un sostegno economico per:

– il Centro di Promozione Femminile, che offre un’opportunità di formazione personale e umana alle giovani ragazze esposte a diverse forme di sfruttamento e alla tragica esperienza del matrimonio precoce;
– la Biblioteca della missione, che permette a molti studenti di avere a disposizione i testi scolastici necessari;
– la Scuola elementare, che è entrata da poco in funzione.

BURKINA FASO – SANITA’ E PROMOZIONE UMANA
Fratel Vincenzo Luise, missionario Camilliano, si occupa di diversi centri pastorali: per donne anziane accusate di stregoneria, per lebbrosi, per ammalati psichici, per ammalati di AIDS.
Egli chiede un contributo per il mantenimento di queste opere, come ad esempio:

– 500,00 € per sostenere una donna accusata di stregoneria, per un anno;
500,00 € per provvedere alle medicazioni di tutti i lebbrosi, per una settimana;
200,00 € per collaborare al sostegno degli ammalati psichici;
500,00 € per contribuire al pranzo giornaliero degli ammalati di AIDS ospitati.

TANZANIA SOSTEGNO PER UNA SCUOLA INFERMIERE
Suor Marina Sarri, missionaria Canossiana, chiede di dare sostegno economico alla sua missione, per assicurare il funzionamento della Scuola per infermiere professionali che permette alle ragazze del luogo non solo di avere una professione utile per il loro futuro, ma anche una “educazione” alla carità, così da dedicarsi con amore a chi soffre ed è nel bisogno. Qualsiasi entità di offerta può contribuire a sostenere questo progetto.

MOZAMBICO PROGETTO DI MICROCREDITO
Elena Gaboardi è una laica impegnata in una zona rurale del nord del Mozambico, a Mueria, in un progetto di microcredito. Il progetto prevede piccoli prestiti di denaro a famiglie contadine del territorio rurale (senza distinzione di sesso, razza, religione o ideologie politiche), finalizzati all’avvio o all’ampliamento di attività agricole o artigianali. Parallelamente al prestito è iniziato un accompagnamento formativo, per il compimento di alcuni impegni della famiglia in materia sanitaria, sociale e alimentare. Non si tratta, dunque, di una dare una semplice “offerta” in denaro, ma di favorire una prospettiva di miglioramento delle condizioni socio-economiche di una fascia povera della popolazione, unitamente alla creazione di una rete di solidarietà tra gli individui. Ogni contributo, in tal senso, è ben accetto.

GUINEA CONAKRI – PROMOZIONE UMANA
Padre Dorino Livraghi, missionario gesuita lodigiano, ha da poco lasciato il Centrafrica per iniziare una nuova missione in Guinea Conakri. In particolare, oltre alla pastorale ordinaria Padre Dorino  si occupa della “Maison des enfants”, che accoglie bambini orfani e poveri, ai quali dona sostegno nella crescita e nella formazione umana e cristiana. Poiché la missione è appena iniziata, ogni aiuto, di qualsiasi entità, è molto gradito.

AREA EUROPA

ROMANIA – SOSTEGNO PER L’ORATORIO
Suor Manuela Zerbi, delle Piccole Figlie del Sacro Cuore di Gesù, di Miradolo, segnala che nella sua missione di Baia Mare serve un aiuto economico per completare la ristrutturazione di uno spazio nella parrocchia dove lei lavora: servirebbe destinarlo ad Oratorio, per poter organizzare campi estivi con piccoli gruppi provenienti dai paesi di campagna, e usarlo come sala di catechesi ed incontri durante l’anno. Questo nuovo Oratorio è stato richiesto al parroco dai nonni del paese per i loro nipoti, e gran parte dei soldi già utilizzati per i lavori proviene dalle loro piccole offerte.