Celebrazione per la cura del creato e il mondo del lavoro

“Coltivare l’alleanza con la terra”: l’attenzione indicata dai Vescovi italiani non riguarda solo la Chiesa ma l’economia e la politica (Messaggio per la 13ª Giornata Nazionale per la Custodia del Creato in versione PDF)

Le riflessioni maturate dalla progressiva acquisizione dell’Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco, unite alla sensibilità che la chiesa laudense esprime da sempre quale tratto tipico e apprezzato di attenzione ai più deboli, hanno spinto monsignor Malvestiti ad una scelta innovativa, maturata anche alla luce della recente visita pastorale.

Venerdì 7 settembre, a partire dalle ore 21.00, all’azienda agricola S. Ignazio di Secugnago, si svolgerà la celebrazione liturgica che unisce per la prima volta i due appuntamenti diocesani tradizionalmente dedicati l’uno al Mondo del Lavoro (festa di San Giuseppe lavoratore, 1 maggio) e l’altro alla Giornata nazionale per la custodia del creato (1 settembre).

Presieduta dal Vescovo Maurizio, la Santa Messa sarà celebrata negli spazi dell’azienda agricola S. Ignazio di Secugnago e rappresenterà il momento di incontro di tutte le componenti del mondo ecclesiale, associativo e istituzionale impegnate negli ambiti del mondo del lavoro, dell’ambiente, della società.

La presentazione dell’iniziativa, è avvenuta il 17 agosto presso la sede de ‘Il Cittadino’ durante la quale  monsignor Malvestiti ha concluso: “Nel prossimo triennio si terrà a Milano il convegno nazionale per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso. Il tema del convegno sarà proprio la custodia del creato. Questa riflessione è di grande impatto umano, ci insegna ciò che ci rende grandi, ovvero il senso del limite, che ci aiuta ad avere prudenza, calcolo, rispetto e previdenza. L’evento del 7 settembre vuole dare un input in questo senso: vedremo se, conoscendoci, nascerà un percorso”.

 

Materiali disponibili in formato PDF:

 

Per ogni informazione è a disposizione l’Ufficio di Pastorale Sociale della Diocesi (dr. Andrea Bruni, cell. 331.6367690; mail: a.bruni@diocesi.lodi.it).